Il mondo della Rete, fuori dalla Rete…

E’ successo che l’8 Settembre il mondo della rete ha dimostrato di essere "pericoloso" anche fuori. In più di 220 città in Italia e una 30ina nel mondo si sono raccolte più di 300 mila firme…un dato eccezzionale nonostante la quasi censura dei canali informativi tradizionali!A Matera i 2 meetup materani s@assi e-migranti e sassi parlanti hanno raccolto più di 1500 firme…molto al di fuori di ogni aspettativa!

Vi lascio alle parole dell’organizzatore:

"Gli intellettuali con il cuore a sinistra e il portafoglio a destra hanno evocato il qualunquismo, il populismo, la demagogia. Uno con la barba ha anche citato, lui può farlo, Aristofane per spiegare il V-day. Un altro ha affermato che comincia ADESSO a capire la Rete, ma che il mio giudizio sull’otto settembre è una belinata. Non dice perchè, non ne ha bisogno. E’ un intellettuale di sinistra.
Bossi ha bisbigliato che non bisogna esagerare con l’antipolitica, lui, luiiiiiiiiiiii! Esagerare?
Casini in Caltagirone si è indignato, lui, luiiiiiiiiii! Indignato. A proposito Mele è ancora deputato? E nell’Udc c’è qualche indagato, condannato, prescritto? E Biagi aveva la scorta?
Fini cita tre politici: Togliatti, Almirante e Berlinguer. Dice che con la nuova legge non li avremmo avuti in Parlamento a vita, ma solo per due legislature. Ma un decennio non è forse sufficiente? Non nomina invece nessuno dei politici in Parlamento. Si vergogna, evidentemente, delle centinaia di politici di lungo corso: Andreotti, Mastella, Pomicino…"  (Dal Blog di Beppe Grillo)