Trekking sulla Murgia Materana

Domenica scorsa ho fatto la mia prima escursione in trekking con l’associazione “Falco Naumanni” di Matera.
Di seguito il comunicato stampa della giornata:

Nel calendario del Falco Naumanni non poteva mancare anche quest’anno un’escursione dedicata al Parco della Murgia Materana. Domenica 25 febbraio i trekker materani percorreranno l’area meridionale del Parco, dalla contrada Vitisciulo fino a Murgia Sant’Andrea, passando dal territorio di Matera a quello di Montescaglioso.

Il percorso avrà inizio nei pressi della Masseria Passarelli, dove attraverso un moderno ponticello è possibile superare agevolmente la Gravina in un tratto in cui le alte pareti del canyon scompaiono e il torrente scorre in superficie.
La prima tappa sarà il Villaggio Saraceno, tipico casale rupestre una volta abitato da pastori, ricco di grotte, muretti a secco, cisterne, camini, scale intagliate nella roccia, tombe e chiese. Tra queste, l’importante chiesa di San Luca, uno degli esempi più mirabili dell’architettura rupestre, a cui si accede attraverso un arco parabolico, dotata di: iconostasi con ingresso ad arco e due eleganti finestrelle laterali, abside, colonnine, nicchie ben rifiniti nonché ambiente con fonte battesimale.
Si prosegue quindi attraversando Serra Marina e il Vallone delle Tre Porte per giungere alla masseria Selva Venusio. Destinata un tempo all’allevamento del bestiame, la masseria colpisce per l’imponenza della struttura e il bianco delle sue mura che dominano l’omonima contrada in posizione strategica tra le diverse vie che solcano la Murgia materana.
Ci si inoltrerà nell’uliveto della Selva, ricca di alberi secolari da cui si produce un pregevole olio extravergine. Ultima tappa il Vallone della Loe, che attrae per la bellezza selvaggia della fitta macchia, degli anfratti e delle grotte, molte delle quali sono però inaccessibili.
Si visiterà la chiesa della Madonna della Murgia o Madonna della Loe, che la prima domenica di maggio è tuttora meta di pellegrinaggio di fedeli provenienti da Montescaglioso. Quindi si visiteranno, poco oltre, già in località Murgia Sant’Andrea: la cripta di Sant’Andrea, poi riutilizzata dai pastori a ricovero per gli animali, e due antiche chiese rupestri di cui si è perso l’originario nome, ribattezzate dai soci del benemerito Circolo La Scaletta “Cripta della Scaletta” e “Cripta del Canarino”.
L’escursione prevede poi il ritorno in parte su un altro sentiero ed in parte sullo stesso sentiero dell’andata, fino a tornare al punto di partenza nei pressi della Masseria Passarelli. Lunghezza complessiva del percorso, non impegnativo, 9- 10 chilometri tra andata e ritorno, da effettuarsi in circa 7-8 ore, soste incluse.
Condurranno l’escursione Donato Casamassima e Cosimo Buono. Franco Oliva farà un accenno alla geologia della Murgia mentre Nicola Montemurro fornirà notizie sulla flora.

Dal sito ufficiale dell’associazione www.falconaumanni.it

Nella sezione “Foto Album” trovate alcune foto di questa piacevolissima giornata, per visualizzarle clicca QUI e digita la password. Se non ce l’hai oppure l’hai dimenticata contattami.